2 di 100 firme

Le Giunte Parlamentari della Camera e del Senato e la Corte Costituzionale

Questa petizione è gestita da Paolo Antonio Amadio del Comitato per la Rappresentanza Parlamentare

Testo della petizione

La Corte Costituzionale italiana si pronunci tempestivamente sulla legittimità costituzionale della legge elettorale italiana nota come Rosatellum

Perché è importante?

Solo il giudizio tempestivo della Corte Costituzionale può evitare che "Un Parlamento eletto con una legge incostituzionale possa modificare la Costituzione" come è avvenuto nell'attuale legislatura con la legge costituzionale di riduzione del numero dei parlamentari del Parlamento italiano.

Il 25 settembre 2022 siamo costretti ad andare a votare per il nuovo Parlamento con la stessa legge elettorale, il Rosatellum, che nel 2018 ha prodotto l’ennesimo Parlamento privo di rappresentanza popolare e che si appresta a produrne uno peggiore, in combinazione con la legge del taglio dei parlamentari.

La responsabilità dell’attuale sistema dei partiti per questa situazione è molto grande, perché ha tradito l’impegno di dare al paese una nuova legge elettorale per restituire rappresentatività e ruolo al Parlamento

  CHE COSA HANNO DETTO I PARTITI DOPO IL TAGLIO DEI PARLAMENTARI

I partiti non hanno voluto rinunciare al potere di decidere chi sarà eletto e al conseguente potere di scegliere candidati e candidate, col vincolo di mandato di fedeltà alle segreterie dei partiti. A questo serve il Rosatellum. I partiti hanno usato il loro esagerato potere per ridurre il Parlamento e il Paese ad essere pressoché insignificanti.

                         NOI CITTADINE E CITTADINI POSSIAMO FARE QUALCOSA

Proviamo ad aver fiducia che andare a votare e a protestare legittimamente contro la legge elettorale sia il primo passo per ricostruire il nostro Parlamento.

IL 25 SETTEMBRE FACCIAMO VALERE IL NOSTRO VOTO E LA NOSTRA PROTESTA CONTRO L’ATTUALE LEGGE ELETTORALE “ROSATELLUM” PER UN PARLAMENTO PIU' RAPPRESENTATIVO DEL PAESE REALE

1)    Votiamo contrassegnando su ciascuna scheda elettorale solo il candidato/a uninominale del partito o della coalizione che preferiamo. Così diamo il nostro voto alla persona che preferiamo e contribuiamo alla sua elezione, non lo diamo a una lista plurinominale bloccata, che può contribuire a far eleggere altre persone di altre liste dei partiti più forti della coalizione, che forse non voteremmo.

2)    Dopo aver votato chiediamo al segretario del seggio di verbalizzare la nostra protesta contro l’attuale legge elettorale allegando un documento prestampato. Questa azione, prevista dalla legge, sostiene la campagna dei ricorsi contro il Rosatellum che da molto tempo procede con molte difficoltà in diversi tribunali.  Infatti un’ampia protesta al seggio permette di sollecitare gli organi che presiedono le elezioni a rimettere tempestivamente uno dei ricorsi alla Corte Costituzionale.

Sono due azioni collegate che possono fare la differenza. Infatti se la Corte Costituzionale, pronunciandosi sul ricorso contro il Rosatellum, sanzionasse il “voto congiunto obbligatorio”, maggior responsabile della distorsione del voto, occorrerebbe procedere al riconteggio dei voti singoli. In tal caso, grazie alla scelta di voto 1 l’assegnazione dei seggi parlamentari risulterebbe più vicina alla nostra genuina intenzione di voto e il Parlamento risulterebbe più rappresentativo.

   1) link a  INDICAZIONI PRATICHE SU COME VOTARE E PROTESTARE

   2) link a  RECLAMO E PROTESTA da consegnare al segretario del seggio

Andiamo numerosi al seggio. Ovviamente l’appello vale anche per chi non intende andare a votare. Ci auguriamo che questa petizione sia una motivazione sufficiente per andareal seggio a sostenere la protesta contro la legge elettorale.  

Se sei d’accordo sottoscrivi questa petizione, falla conoscere a quante più persone riesci e il 25 vai al seggio a far valere il tuo voto e la tua protesta.

Sarebbe molto poter ricordare una grande partecipazione al voto e l’inizio di un buon cambiamento per il Parlamento e per il Paese.

Grazie e il 25 incontriamoci in tutti i seggi, per contare di più nelle scelte politiche del Paese

Paolo Antonio Amadio del Comitato per la Rappresentanza parlamentare

 

Per saperne di più: http://perlarappresentanza.altervista.org/elezioni-25-settembre-2022/

Non può mancare il più sentito ringraziamento all'avv. Felice Carlo Besostri che ha instancabilmente assistito il gruppo di persone che ha concepito e articolato l'iniziativa elettorale. Persone provenienti da diversi gruppi di cittadinanza attiva, che cooperano per la riuscita dell’iniziativa, motivate dal desiderio di dare nuovo senso alla Democrazia, che sentiamo in pericolo. Ora ciascun gruppo di provenienza sta promuovendo l'iniziativa il più velocemente possibile, nella forma, nel modo e nell'ambiente che gli sono più congeniali.

Fase successiva - condividi